it en
it en

News

22 luglio 2021

Il mistero del nome “Settecani”


È un nome che certo non passa inosservato e che tutti quelli che da Modena vanno verso Castelvetro avranno di certo notato durante il loro tragitto chiedendosi “come mai proprio Settecani?”. Stiamo parlando del nome della località posta tra i comuni di Castelnuovo Rangone, Castelvetro di Modena e Spilamberto, in provincia di Modena e nonché del nome della nostra cantina.

Deriva da “septemcanes”, quindi “sette cani” e se ne trova traccia già a partire dal 1161 con “Septecani”. L’origine? Come spesso capita in questi casi, non è chiarissima e affonda le proprie radici tra racconti e leggende popolari e, indipendentemente dalla sua veridicità, non fa che aumentarne il fascino e il mistero.

Si narra, infatti, che un giorno sette uomini intenti al lavoro vedendo transitare davanti a loro una processione religiosa con alla sua testa un’immagine sacra, non solo non si fermarono o inchinarono in segno di rispetto, ma insultarono i suoi partecipanti, bestemmiando. La punizione che ricevettero poco dopo fu quella di venir trasformati in sette cani. Si tratta di una leggenda talmente radicata che sull’antica facciata della nostra cantina sono scolpiti proprio i musi di sette cani. Da qui poi l’idea di rappresentare la nostra “linea della Tradizione” con le immagini di 7 meravigliosi cagnolini.   



Torna all'elenco news